La Religione della Mente ovvero l’iniziazione Platonico-ermetica

Se accogliamo l’etimologia della parola religione che la fa derivare sia da Lattanzio (Divinae institutiones, IV, 28,2) che da Servio (Ad Aeneadum, VIII, 349), che è accettata da Ernout-Meillet nel Dictionaire ethimologique de la langue latine e che intende religio da religare, cioè collegare, relazionare, mediare, quindi legarsi faccia a faccia con il Divino, con […]

Il Rex Sacrorum, sacerdote di Giano (da La Cittadella n° 2 del 10/12 1984)

Il Rex Sacrorum, Re dei Sacrifici, detto anche Rex Sacríficulus  (Livio) e Rex Sacrificus (Festo) è quello, tra i componenti il Collegio Pontificale romano, meno definito, nelle sue funzioni e nei suoi compiti, dagli Autori classici dai quali si trae solitamente ogni notizia sul sacerdozio romano. Senonché si verifica, adesso, i1 paradosso per cui grazie […]

Verso il misticismo Neoplatonico: un percorso filosofico. Parte prima

Non mi ricordo per quali vie abbia conosciuto la Teologia Platonica di Proclo. Mi trovai con quel corposo volume forse per caso, forse per destino, o forse per la volontà di qualche demone. Leggendo una dopo l’altra le pagine del tomo mi meravigliai di fronte a una mirabile costruzione logica che mi svelava la grande […]

Provvidenza divina e metastoria della Romanità

In virtù di un innamoramento genetico, da genius, della Romanità, che consente l’ingresso in uno stato esperienziale dello spirito analogo a quello di cui parla Aristotele (1) a proposito dei Misteri (“ouk mathéin alla pathéin”  – “nei Misteri non è questione di apprendere ma tutto è esperienza animico-emotiva“), non può non giungere alla coscienza la […]

E’ la forza della parola che presiede e governa la divinazione a Roma

Illuminante saggio del Sabbatucci sulla struttura linguistica che origina e spiega la scienza augurale, da Romolo alla prima Repubblica (A Roma) lo schema divinatorio di una richiesta di guida nell’azione si traduce in una scrittura sociale in cui ci sono “scrittori” istituzionalizzati che scrivono ciò che i “lettori” altrettanto istituzionalizzati dovranno fare (…). Cerchiamo di […]

Grandezza e brutalità nello Zarathustra di Nietzsche. Via i veli teoretici e metaforici

“Queste le parole di Zarathustra”, un libro per tutti e per nessuno capolavoro delle Edizioni di Ar, un omaggio al pensiero di Friedrich Nietzsche nella sua veste radicale e aristocratica. Un libro che tormenta e meraviglia fin dalle sue prime pagine, che seduce e atterrisce il lettore, invitato a guardarsi allo specchio nella sua goffa […]

Solstizio d’inverno: la luce trionfa sulle tenebre. Tradizione romana e italica

Il M.T.R. celebra la ricorrenza del Solstizio come di consueto, con un consolidato rituale comunitario. Mercoledì 21 dicembre, infatti, quest’anno alle 22.44, si consuma astronomicamente il Solstizio d’inverno in quanto il Sole, nel suo moto meridionale apparente nelle costellazioni dello zodiaco, raggiunge la massima distanza rispetto al piano dell’equatore terrestre e il massimo rimpicciolimento. Da […]

Roma nella tradizione ebraica (da La Cittadella n° 0 del 1° marzo 1984)

Nell’opera “Freud e la tradizione mistica ebraica” (Edizioni Comunità, 1977, p.162) l’autore David Bakan, scrive: “Secondo la tradizione ebraica Roma è la dimora leggendaria del Messia e il luogo in cui il Messia si rivelerà. Si dice che il Messia abiti nascosto alle porte della città”. Il Bakan trae la leggenda dal “Sanhedrin”, folio 98b. […]

Omaggio a Ruta: pubblichiamo gli scritti editati su La Cittadella

Salvatore Claudio Ruta Crevy, noto anche come Claudio Rutilio (Messina, 24 febbraio 1923 – 30 giugno 2002) è stato uno dei più attenti studiosi del paganesimo romano/italico nei suoi aspetti storici, rituali, organizzativi, ermeneutici e semantici, nonché guida spirituale del Movimento Tradizionale Romano. Di nobili origini, Ruta fece parte dal settembre ’43 della rete clandestina […]

La filosofia platonica è la scienza del divino e la teologia dell’Imperium

È indubbio che l’oggetto della presente riflessione intende pro-vocare, nel significato etimologico del termine, cioè suscitare una “vocatio” a favore di un certo discorso. Qual’è questo discorso, nel senso proprio di parola piena di significato, per sé, secondo la definizione di Kerenyi, e quin­di Mito? È presto detto: la Filosofia è greca (come ha autorevolmente […]